Consigli per aziende eCommerce in Italia

Consigli per aziende eCommerce in ItaliaOgni Paese ha le proprie abitudini, regole e tradizioni. L’Italia non fa differenza. Se hai una azienda ecommerce in questo Paese del sud Europa, o hai pensato di cominciarne uno, ci sono alcune cose che dovresti sapere riguardo i consumatori Italiani, le loro abitudini, i loro metodi di pagamento preferiti e le loro soluzioni di consegna preferite.

Questi consigli sono stati ideati da Planet Retail e pubblicati su Essential Retail.

L’articolo comincia con alcuni dati interessanti riguardanti la situazione dell’industria del retail online in Italia. E’ previsto che il mercato del retail crescera’ del 9.1%. L’industria dell’ecommerce rappresenta il 4.4% del commercio al dettaglio, ma nei prossimi cinque anni crescerà all’11.5%. Questo valore corrisponde a 46.3 miliardi di euro spesi nel 2019. Una crescita del 192% paragonata ad ora. Numeri strabilianti, specialmente se si pensa che le vendite degli stores fisici cresceranno solo del 3% all’interno dello stesso periodo.

SERVI IL MODERN SHOPPER

Malcolm Pinkerton, direttore di ricerca per l’eCommerce a Planet Retail, scrive che, nonostante i negozi rimangano essenziali all’interno della scena dello shopping Italiano, essi hanno bisogno di ringiovanirsi per meglio servire il consumatore moderno. Le ricerche affermano questo fattore e, uno studio della stessa azienda, ha evidenziato che il 21% di questi intervistati ha interagito con un commesso equipaggiato di tablet per aiutare la scelta e visitare il sito dell’azienda.

Un intervistato su quatto afferma di utilizzare display interattivi e altri schermi all’interno del negozio, mentre il 40% ha usufruito della WI-FI del retailer per osservare il sito Internet del negozio, ricercare, valutare prezzi e leggere reviews. Secondo quando dice Planet Retail, questo è il motivo per cui è essenziale per i venditori Italiani associare l’esperienza di shopping fisica e digitale del consumatore con la propria, e ideare soluzioni attorno alla tecnologia che i consumatori già possiedono.

CREA IL TUO SITO MOBILE-READY

Lo studio inoltre mostra che il 63% degli acquirenti italiani si connette ad Internet con il proprio cellulare, mentre il 35% fa lo stesso utilizzando i loro tablet. Quest’ultimo è, tuttavia, lo strumento preferito per quanto riguarda attività di shopping, come controllare prezzi, leggere reviews e trattare. Un utilizzatore di tablet su due utilizza il suo device per questo tipo di attività, paragonato al solo 36% di coloro che utilizzano i cellulari. Questo è il motivo per cui è necessario avere una versione mobile del sito. Una che possa essere caricata senza alcun problema su tablets e smartphones.

I compratori tramite mobile stanno assumendo sempre maggiore importanza, e questo vale anche per l’Italia. Quasi metà degli Italiani vuole utilizzare il proprio telefono per paragonare prezzi mentre si sta acquistando, mentre un quarto vuole leggere suggerimenti e raccomandazioni da parte di altri compratori. Un utilizzatore di mobile su tre vorrebbe essere in grado di usare il suo smartphone per ordinare prodotti fuori stock da aver consegnati a casa.

CONSEGNA PERSONALIZZATA E ESPERIENZA CONTESTUALIZZATA

E’ possibile provare a rispondere alla popolarità di mezzi digitali mobili avendo un sito reattivo, reviews degli utilizzatori posizionate in diversi siti specialistici e mantenendo una pagina Facebook o Twitter; ma è possibile fare molto di più. La ricerca di Planet Retail rivela che 45% degli acquirenti vuole ricevere offerte in tempo reale mentre sono al negozio. E, cosa ancora più importante, più di metà degli intervistati (51%) ha affermato che la scelta del venditore è influenzata dal ricevere offerte e promozioni personalizzate. Per questo motivo i venditori Italiani dovrebbero promuovere e premiare la fedeltà: offri offerte ai consumatori che sono già nel tuo negozio!

INCORAGGIA CONVERSAZIONE E CONDIVISIONE SOCIALE

Non è più abbastanza per i venditori Italiani avere solamente un sito o un negozio online: bisognerebbe fare di più online. Quattro consumatori su dieci prende in considerazione informazioni sui social media per decisioni di acquisto, mentre il 25% è maggiormente influenzato da review di simili soggetti e raccomandazioni invece che dalle piattaforme sociali. “In quanto venditore hai bisogno di intraprendere conversazioni oneste e sincere con i tuoi consumatori, incoraggiando e premiando, allo stesso tempo, la condivisione sociale”, dice Pinkerton.

OFFRI DIVERSI TIPI DI PAGAMENTO E CONSEGNA

Tre acquirenti Italiani online su quattro hanno affermato che sarebbero spinti ad acquistare maggiormente se il metodo di pagamento online attraverso carte di credito/debito fosse stato più sicuro. Oggigiorno il 56% usa PayPal per acquistare online, mentre il 42% metodi di pagamento attraverso carte. Per il 68% la loro scelta del venditore sarebbe influenzata dall’essere in grado di offrire metodi di pagamento alternativi, come ad esempio il pagamento a cosegna avvenuta.

La consegna a domicilio è ancora la più popolare opzione utilizzata nel Paese, con 78% degli italiani ad usufruirne. Riscuotere gli acquisti è ancora relativamente raro, con un 10% dei soggetti intervistati che utilizza click & collect e un 6% che usa lockers. “Metà dei consumatori ha affermato che la scelta del retailer verrebbe influenzata dalla previsione di punti di consegna convenienti e il 46% dice che sarebbe incoraggiato a scegliere quel venditore che offre tempi e opzioni di consegna maggiormente flessibili.”

Articolo tradotto da ecommercenews.eu.

Grazie agli strumenti di personalizzazione che offriamo in Blueknow è possibile migliorare il tasso di conversione, aumentare l’ AOV (valore medio di acquisto) e generare un maggior numero di vendite. Il nostro SaaS (Software as a Service) trasforma un prodotto complesso in qualcosa di semplice, realizzabile da chiunque. Con risultati riscontrabili in pochi giorni.

Se ti interessa migliorare la conversione del tuo sito contattaci a contact@blueknow.com o al 93 269 67 07

Federico C. Suberbordes

Blueknow

Personalizziamo l’esperienza di acquisto

Immagine: L’immagine è tratta da un articolo di Davide Maida pubblicato sul sito www.boraso.com