Come creare una ottima “Call to Action”.

66031-cmo-crear-una-ptima-call-to-action-1380833383Secondo uno studio dell’azienda Hubspost, I blog che presentano al loro interno il bottone di “condivisione”, conseguono tra il 4 e il 6% in più di interazioni. Secondo lo stesso sondaggio, inoltre, la metà dei tweets che contenevano la frase “per favore, retweet” sono stati ricondivisi. Ecco perchè le varie marche cominciano a prendere conoscenza dei benefici della Call to Action. Tuttavia, non tutti gli inviti all’azione sono efficaci per ottenere tassi di conversione più elevati all’interno del tuo sito e-commerce. Ecco perché è necessario avere alcune regole di base quando li si crea:

1°. Far si che il pulsante sia visibile per l’utente: per essere più precisi, il target deve essere consapevole dello scopo dell’immagine. Ad esempio, se si aggiunge un’immagine con lo scopo di condivisione su Facebook, fare domande o contattare il marchio, bisogna essere consapevoli fin dall’inizio del perchè si è deciso di utilizzare quella specifica “chiamata”.

2°. Utilizzare un testo descrittivo: Una volta identificato che la chiamata all’azione è per quello specifico click, sarà necessario capire cosa interessa, qual è il tuo obiettivo. Per ottimizzare la conversione il testo dovrebbe essere il più specifico e descrittivo possibile. Per questo motivo non è sufficiente inserire “Download”, ma sarà più utile dire cio’ che verrà scaricato (ad esempio, “dowload ebook” o “iscriviti alla newsletter”). Non dare nulla per scontato, è impossibile pensare che gli utenti possano sapere tutto.

3°. Ottimizzazione del colore: Utilizzare il colore gioca un ruolo importante nelle decisioni dei clienti e conversioni e, per questo motivo, la scelta sarà fondamentale. Ad esempio, l’uso del verde (speranza) è spesso associato con azioni positive e di affermazione, mentre il rosso viene più facilmente collegato a negazione e cancellazione. Il blu rappresenta sincerità, mentre il mezzo nero e giallo sobrietà, gioia. Inoltre, le azioni neutrali sono spesso associate ai colori aziendali (anche se è possibile associare i colori aziendali ad azioni positive). Come funzionano i colori del sito in risposta ai visitatori?

4°. Aspetto: Ogni elemento estetico del Call to Action è un fattore molto importante come, ad esempio, la posizione in cui si trova all’interno del sito web o della Landing page. Nel mondo fisico succede di valutare una persona per la sua apparenza. Quindi, se il tuo obiettivo è migliorare la conversione, è necessario prendersi cura di ogni dettaglio del Call to Action, dalla posizione all’aspetto alla qualità.

Grazie agli strumenti di personalizzazione che offriamo in Blueknow è possibile migliorare il tasso di conversione, aumentare l’ AOV (valore medio di acquisto) e generare un maggior numero di vendite. Il nostro SaaS (Software as a Service) trasforma un prodotto complesso in qualcosa di semplice, realizzabile da chiunque. Con risultati riscontrabili in pochi giorni.

Se ti interessa migliorare la conversione del tuo sito contattaci a contact@blueknow.com o al 93 586 87 38

Federico C. Suberbordes

Blueknow

Personalizziamo l’esperienza di acquisto

Immagine: Questa immagine è un’opera derivata da Add Relevant Calls to Action to Blog Posts di Nicholas Tart, disponibile sotto la licenza di attribuzione al  http://www.flickr.com/photos/14clicksnick/6261768733/

[gravityform id=”1″ name=”Si te gustó este post, suscríbete” ajax=”true”]